enrico cosimi manuale di musica elettronica pdf

Con larpeggiatore attivo (nella sezione Perform è possibile regolarne tutte le opzioni) è possibile sfruttare a pieno le potenzialità di iMini ed usarlo in maniera creativa per ottenere sonorità che non si possono avere con loriginale.
Un aspetto molto interessante di questo menù è la possibilità di scambiare (import/export tramite iTunes) i preset con la versione VST.
Qualità audio iMini è un photoimpact 8 kostenlos vollversion app molto interessante il cui punto di forza è sicuramente la qualità audio dei preset.Tabletop Ready un protocollo di connessione audio per registrare e comunicare con altre app e vst compatibili.Le sonorità appaiono caratterizzate dalla stessa pasta e dallo stesso colore di quelle della versione VST, e solo in rarissimi casi si possono notare impercettibili differenze a discapito della versione app.Lutilizzo della tecnologia Tabletop riesce a però a sopperire ad unaltra mancanza di iMini: non è possibile lasciare lapp in esecuzione in background.



Mentre una versione semplificata di arpeggiatore era presente nella versione VST, la presenza dei Pad X/Y costituisce sicuramente la principale novità dellapp.
La difficoltà di combinare iMini con altre applicazioni, potrebbe rilevarsi una spinta ad utilizzarlo in combinazione con pedali ed altri effetti hardware, trovandogli quindi una collocazione più professionale, sicuramente degna della qualità audio dei suoi preset.
Pannello FX Pannello FX Alle estremità sinistra e destra, troviamo le stesse sezioni presenti nel pannello Main, rispettivamente Contr.
Pannello perform, pannello perform.Nella porzione inferiore dellapp troviamo le Pitch e Modulation Wheel, e la Tastiera.Al suo interno troviamo le seguenti sezioni: Contr regolazione del Tune, quantità di Glide, Mod Mix per il regolare la modulazione dell osc 3 (utilizzato come LFO) o del noise; Oscillator Bank tre oscillatori regolabili in frequenza per piedaggi di ottava e semitoni; Mixer dosaggio.Ne sono disponibili oltre 500 tutti di ottima qualità, con firme degne di nota come ad esempio quella.Nel 2003 Robert Moog collabora con Arturia per la realizzazione di una versione software del Mini Moog dando vita al MiniMoog., unemulazione ben riuscita sia in termini di comandi, sia in termini di pasta sonora (manca naturalmente il corpo e la profondità del suono.In questa maniera è possibile pilotare lapp attraverso un qualsiasi controller midi e/o DAW (iMini consente un Midi Learn per tutti i suoi controlli).Anche in questo caso possiamo affermare che Arturia ha fatto davvero un ottimo lavoro: le sensibilità dei controlli, come nel caso del Cutoff Frequency e del Filter Emphasis, sono assolutamente pari a quelli della versione VST, a conferma che alle spalle di iMini, è presente.Per questa ragione, riferisce Arturia, la qualità audio delle sonorità prodotte da iMini è quanto di meglio sia stato fino ad oggi ascoltato su un iPad.Lateralmente ai tasti Mode appena descritti, troviamo un interruttore Connect che apre una sezione con diverse opzioni di connessione: Menù connect Wist (wireless sync-start tecnology) un protocollo nativo della Korg che sfrutta le connessioni bluetooth per collegare device (iPhone e iPad) e definire Master.